Home page

> Il Capolavoro di Francesco Borromini: San Carlo alle Quattro Fontane <

  > Oggi Ŕ martedý 11 dicembre 2018

Nuova pagina 1

 

.
 
 > Archivio Mailing-List

FESTA  DELLA  BEATA  ELISABETTA  CANORI  MORA:
SAN CARLINO  (4 febbraio 2003)

". non curando nÚ pioggia nÚ vento, mi portavo lÓ con tanta soavitÓ di spirito che, nell'entrare in quel sacro tempio, mi pareva di entrare in un paradiso" ("Diario", Beata Elisabetta, p. 118)

In quel sacro tempio, c'Ŕ Padre Ferdinando di San Luigi Gonzaga trinitario e, le parole del lodato padre facevano in me cose molto mirabili; avevano tanta efficacia che erano sufficienti per unirmi con Dio.
╚ Padre Ferdinando, uomo di vita esemplare, dotato di grande prudenza e sensibilitÓ; nasce a Matarˇ in Spagna nel 1746, a quattordici anni veste l'abito trinitario e  nel 1777 Ŕ destinato a Roma al convento di San Carlino, dove, dopo l'ordinazione sacerdotale avvenuta nel 1778 ricopre importanti incarichi, al servizio della ComunitÓ trinitaria e al servizio di Dio. ╚ ministro, vice Procuratore Generale, Postulatore delle cause dei santi, Procuratore dei Betlemiti presso la Santa Sede; lavora, tra l'altro, per la causa di beatificazione di San Giovanni Battista della Concezione, riformatore dell'Ordine Trinitario.
Muore nel 1829, compianto da tutti coloro che ne hanno ammirato la salda fede e la grande operositÓ sacerdotale ed Ŕ sepolto nella chiesa di San Carlino, nella quale l'architetto Francesco Borromini interpreta con spirito raffinato e con temperamento critico tutto il suo ingegno.

Nello stesso tempio, nella piccola cappella a sinistra dell'altare maggiore riposa la Beata Elisabetta Canori Mora, con accanto la prodigiosa immagine di Ges¨ Nazareno; le fa da cornice una splendida tela di Giovan Francesco Romanelli che rappresenta il Riposo in Egitto.
Elisabetta, trinitaria secolare fin dal 13 dicembre 1807, nel 1819 chiede ed ottiene di essere ammessa nel numero delle terziarie dell'Ordine della Santissima TrinitÓ. Innalzata agli onori degli altari dal Sommo Pontefice Giovanni Paolo II il 24 aprile 1994, Ŕ una figura esemplare di donna, sposa e madre di famiglia, vissuta a Roma tra il 1774 e il 1825.
Ci ha lasciato un dono prezioso: un Diario autografo di inestimabile valenza spirituale, grazie a Padre Ferdinando che le impone di fargli una relazione scritta di ci˛ che accade al suo spirito. Elisabetta, per obbedienza, scrive quotidianamente le sue esperienze mistiche, frutto della sua profonda fede e di un rapporto speciale con il suo amorosissimo Signore, e le espone in modo cosý spontaneo e mirabile da rendere la lettura del suo Diario estremamente avvincente e coinvolgente.

Giovanissima abbraccia lo stato matrimoniale sposando l'avvocato Cristoforo Mora, appartenente ad una delle famiglie pi¨ ricche e in vista della capitale.
Questa opzione segna l'inizio della vita di perfezione di Elisabetta e di quella irregolare del marito.
Soffre per l'infedeltÓ del consorte; la sua famiglia Ŕ ridotta all'estrema povertÓ per i pessimi investimenti del marito; Ŕ umiliata e derisa dai parenti per la sua condotta esemplare alla sequela di Cristo; rifugge dalla vita mondana e spensierata delle cognate e si dedica alla preghiera. Sostenuta da una fede incrollabile di cui Dio l'ha arricchita, pur patendo pene indicibili, continua per la strada intrapresa, guidata mirabilmente da Padre Ferdinando.
╚ sempre pronta a soffrire e a offrirsi quale vittima d'amore per il prossimo, per la Chiesa, per il Papa e per le anime purganti, sorretta dalla volontÓ di farsi santa per godere per l'eternitÓ dell'Oggetto amabilissimo della sua fede.
Trasforma una camera della sua casa in cappella privata, per dare una degna sistemazione a Ges¨ Nazareno, si dedica all'apostolato della preghiera, prega e soprattutto fa pregare le numerose persone che ricorrono a lei per consigli, preghiere e per il buon esito degli affari.
In quel sacro tempio (San Carlino alle Quattro Fontane, Via del Quirinale, 23, tel. 064883261), sarÓ celebrata in suo onore una Santa Messa solenne, martedý 4 febbraio 2003, alle ore 17'30, nella ricorrenza dell'anniversario della sua nascita in Cielo. 
BEATA ELISABETTA, PREGA PER TUTTE LE FAMIGLIE DEL MONDO!

 

torna all'archivio

a
Nuova pagina 1
Nuova pagina 1

 Copyright 2002 - 2007 | Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane - www.sancarlino.eu 
powered by Brain Computing