Home page

> Il Capolavoro di Francesco Borromini: San Carlo alle Quattro Fontane <

  > Oggi è lunedì 25 settembre 2017

Nuova pagina 1

 

.
 
 > Ultime Notizie
> 26 maggio 2002 
Festa della SS.ma Trinità.

La Santissima Trinità
Sorgente di Vita Cristiana 

La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo - dice l'Apostolo - sia con tutti voi (2 Cor 13, 13). 
"Per il cristiano niente è più vitale e concreto che la fede nella Trinità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, nei nomi dei quali e per la cui gloria egli è chiamato ad essere e a compiere ogni cosa" (Bruno Forte, Trinità come Storia). 
Nel contesto della Nuova Evangelizzazione, la grande sfida e il compito più importante sono far sì che la Trinità sia vissuta per quello che è: sorgente di vita per il credente, per il cristiano. 
Il mistero di Dio Uno nell'essenza e Trino nelle Persone che Dio stesso ha rivelato gradatamente, manifestando la Sua propria divinità e la personalità dello Spirito Santo, qualifica tutta la fede cristiana. 
Siamo stati battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e la nostra vocazione temporale ed eterna è vivere in nome e a gloria della Santissima Trinità. 
"Se uno mi ama osserverà la mia parola - dice il Signore - e il Padre mio lo amerà e noi verremo a Lui" (Gv 14, 23). 
Noi siamo in Dio, gli apparteniamo, siamo figli nel Figlio, eredi con Lui dell'Eterno Amore.
La dottrina della nostra fede e tutta l'esistenza del credente dalle origini del cristianesimo, sono state vissute e pensate con una solenne professione di fede trinitaria nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Chi vuole imparare ad amare e ne cerca la forza, non può tollerare l'esilio dalla storia eterna dell'amore che è la Trinità: il mistero meraviglioso, ineffabile e insondabile, che nella realtà dà significato e calore a tutta la vita della Chiesa. 
Sant'Agostino racconta di aver sognato un bambino che voleva svuotare il mare con una conchiglia. Riflettendo su questa visione, ha capito che il bimbo era lui che cercava di spiegare il mistero infinito della Trinità, la realtà di Dio come unica natura in tre Persone. 
Essere nel cuore di Dio, come lo siamo noi per consacrazione, per appartenenza e per missione, vuol dire rimanere nello Spirito per il Figlio, sotto lo sguardo amante del Padre: vuol dire partecipare della sua stessa vita, come fanno i cristiani coerenti, fedeli e santi. 
Per non pochi cristiani Dio non ha più il volto di persona, e la loro concezione di Dio si è tanto deformata, per cui occorre riscoprire l'intimità di Dio che è in noi più di noi stessi. 
Nella Chiesa tutto ha come fine la glorificazione della Trinità, di Dio Unitrino che ama di amore infinito, gratuito e paterno tutti gli uomini, i quali devono rispondere a Dio con l'amore di figli e al prossimo con l'amore di fratelli. 

a

 

Nuova pagina 1
Nuova pagina 1

 Copyright 2002 - 2007 | Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane - www.sancarlino.eu 
powered by Brain Computing